Color sabbia

Color Sabbia: Come si fa? Pittura Pareti e Abbinamenti

Caratteristiche del colore sabbia, la sua composizione, gli abbinamenti e il colore sabbia nell'arredo. andiamo a conoscere questo affascinante colore

Il color sabbia per le pareti di casa e per il soggiorno con gli abbinamenti da accostare e le indicazioni su come ottenerlo: questo colore è una tonalità di marrone molto chiara, chiamata così perché ricorda il colore della sabbia. Si tratta di un colore tenue molto usato nel campo della moda- soprattutto nel periodo estivo – ma anche nel campo del design d’interni. Da non confondere con il color tortora, più scuro e tendente al grigio rispetto al colore della sabbia; più indirizzabile verso il giallo. Questo colore ricorda le distese sconfinate del deserto e le spiagge fini caraibiche. Questa tinta ha un forte potere suggestivo e rassicurante, ma allo stesso tempo stimola la mente all’immaginazione.

Nel campo del design di interni il color sabbia è molto apprezzato e utilizzato. Questo perché rappresenta un’ottima base sulla quale creare contrasti e abbinamenti. Essendo un colore neutro può piacere sia abbinato a colori scuri che a tinte forti e vivaci, non solo scelto per tinteggiare le pareti ma anche per arredi e complementi d’arredo. Il color sabbia stimola il relax ed è ideale per camere da letto o soggiorni perché è rassicurante e dona un’atmosfera familiare, nonché intima e personale. Vediamo come utilizzare questo colore in casa, come ottenerlo e come abbinarlo.

Color sabbia: Come si fa?

Nella scala RGB il colore sabbia presenta il seguente codice: 244; 164; 96. Questa tonalità si ottiene mescolando i colori primari nelle seguenti proporzioni:

  • Rosso: 77,65%
  • Verde: 65,1%
  • Blu: 39,22%

Colori simili sono: giallo oro, ecru, giallo ocra, ottone antico, oro vivo, tortora.

  • Colore sabbia: Pantone

Nella scala Pantone il sabbia è rappresentato al meglio dal Beige 14-1118 Tpx.

  • Colore sabbia: Ral

Il color sabbia rientra nelle gradazioni di giallo della collezione Ral Classic ed è identificato come giallo sabbia Ral 1002.Pareti color sabbia

Colore sabbia pittura pareti

Tinteggiare le pareti color sabbia è una scelta ampiamente adottata per diversi ambienti della casa. Nella zona notte scegliere il color sabbia è consigliato perché ha un potere rilassante e distensivo. In camere da letto antiche con mobili in legno massello scuro, lampadari importanti e tappezzeria color avorio, è un’ottima idea tinteggiare le pareti di color sabbia, così come in camere da letto moderne caratterizzate da un mobilio chiaro e dalle linee ben definite.

  • In bagno i colori tenui come il sabbia sono perfetti per conciliare l’idea di benessere tipica di una SPA. Scegliete i sanitari rigorosamente in bianco e osate con qualche guizzo di colore nel rivestimento e nell’oggettistica decorativa o perché no anche nella biancheria (perché non osare con un blu petrolio o un verde pino?)
  • In cucina le pareti sono belle da tinteggiare con un color sabbia che vira al rosato da abbinare con un pavimento in cotto e un bel tavolo da pranzo in legno o in marmo. Le tende saranno rigorosamente bianche. Il color sabbia in cucina è amato particolarmente da chi adora lo stile provenzale: in questo caso l’abbinamento perfetto sarà con il beige e il lilla e tessuti floreali per i tendaggi.
  • Soggiorno: per il soggiorno risulta una tinta molto elegante, soprattutto se abbinata a un pavimento in legno scuro e ad un arredo bianco sporco o marrone intenso. L’ideale per un soggiorno sofisticato è scegliere un arredo moderno in avorio, tendaggi color bianco, divano grigio antracite, cuscini beige e pareti color sabbia.

Colore Sabbia: Abbinamenti

Il color sabbia si adatta perfettamente sia allo stile classico che a quello contemporaneo. Essendo un colore neutro, è ideale come base dalla quale partire per realizzare dei contrasti nella propria abitazione. Anche il ton sur ton, magari abbinandolo a tonalità simili come il tortora o il giallo, potrebbe risultare originale e particolare. Il colore sabbia è una tonalità estremamente versatile, il che lo rende adatto sia per casa di campagna caratterizzate da uno stile rustico o country, sia per case in città contraddistinte da uno stile moderno o contemporaneo. Se decidete di utilizzare questo colore, non dovete preoccuparvi delle dimensioni della stanza poiché il color sabbia conferisce subito una sensazione di luminosità e leggerezza.

Il colore sabbia non stanca mai alla vista e non passa mai di moda, il che lo rende una scelta sempre vincente. È adatto per qualsiasi stile di arredo, dal minimalista al rustico, dal provenzale allo Shabby chic. L’abbinamento più gettonato è con il bianco, un classico elegante ed intramontabile, ma nulla vieta di abbinare il sabbia a tonalità scure come il cioccolato, il grigio antracite o il blu. Ma quali sono i migliori abbinamenti? Con questa tonalità si sposano bene il:

  • blu navy
  • blu polvere
  • verde petrolio
  • rosso
  • giallo
  • caffè
  • grigio

Color sabbia arredi

Non solo pareti, ma anche gli arredi: il color sabbia è adatto anche per arredare un appartamento o rendere un ambiente accogliente ma non eccessivo, rilassante ma non noioso. Divani, tende, tessuti e cuscini ma anche letti, sedie, pareti attrezzate, comodini, comò o abat-jour; il color sabbia è versatile e funzionale. Può essere facilmente abbinabile sia a colori chiari che scuri ma anche a colori accesi e, dunque, la scelta di acquistare mobili e complementi d’arredo di questa tinta non può far altro che rendervi soddisfatti. Avete mai pensato, ad esempio, a tavolini da caffè di questo colore o ancora a lampade da terra color sabbia? La loro efficienza sta nel fatto che è possibile accostare quasi ogni tipologia di colorazione al color sabbia senza che questo renda l’ambiente poco piacevole. Provare per credere!

Color sabbia del deserto

Spesso immaginiamo la sabbia del deserto come di un unico immutabile colore: una specie di giallo chiarissimo. In realtà non solo nel Sahara, ma anche nelle altre distese desertiche sparse nel mondo, la sabbia può essere di differenti tonalità: arancione, rosso, bianco abbagliante, nero. Tutte i deserti hanno in comune una cosa: il fascino dei paesaggi solitari e minimalisti. Ad esempio, esiste un deserto di sabbia bianca talmente bianca che può danneggiare la vista. Si trova nel cuore degli Stati Uniti nel New Mexico ed è chiamato non a caso “White Sands”. Il deserto del Namib in Namibia è il più antico al mondo e presenta la sabbia di un colore rosso talmente rosso che quando lo vide l’esploratore svedese Anderson disse che:

difficilmente un altro luogo al mondo rappresenterebbe meglio l’Inferno, meglio morire che essere deportato qui

Esistono però anche deserti di sabbia nera come quello nell’arcipelago delle Canarie, nell’isola di Lanzarote. Il colore nero deriva dalla lava vulcanica di ben 32 vulcani che eruttano nel 1730 sommergendo tutto e dando vita a un infernale landa deserta di dune nere come la cenere. Ma esiste anche una sabbia del deserto che cambia colore a seconda dell’ora del giorno, un po’ come una donna che per sentirsi bella e stupire si cambia d’abito più volte in un giorno. È il gioiello del deserto, Erg Chebbi, e si trova in Marocco.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.